Cosa succede al Rovescio

A cena con l’allevatore

11 aprile 2017

Quando i clienti escono dal locale, alla fine della cena, con il sorriso sulle labbra, salutandoci soddisfatti di quello che hanno mangiato e bevuto, per noi è ogni volta un successo.

Martedì 28 marzo, è stato come salutare degli amici venuti a cena a casa, perché con noi c’erano due collaboratori importanti, fidati, che ci aiutano a creare la nostra offerta enogastronomica: Luciano, dell’Azienda agricola Il Girasole  e Giancarlo dei Vini Ronzoni, produttori ribelli, vicini di casa nelle campagne di Reggio Emilia.

Luciano è una vecchia conoscenza del Mercato della Terra, dal 2011, quando ci incrociammo proprio nel cortile del cinema Lumière, noi alle prese con lo spazio estivo “Di Sana Pianta”, lui a vendere carne di bufalo verace e freschissima e farci dei burger più che saporiti, che andavano a ruba.
E’ nata così la nostra stretta collaborazione, che dura da anni: Luciano ha iniziato a raccontarci dei suoi bufali di razza italiana, allevati allo stato semibrado e noi siamo andati a trovarlo sulle prime colline di Reggio Emilia, per vedere dal vivo questi bellissimi animali, lasciati praticamente liberi di pascolare e nutriti con alimenti rigorosamente vegetali e senza contaminazioni.

 

il Rovescio - a cena con l'Allevatore

Così come allora, anche a cena Luciano ha girato per i tavoli e risposto alle domande di tanti curiosi, ha raccontato la sua storia, il suo metodo di allevamento allo stato semibrado che è tra i migliori, perché a meno che non piova o nevichi i bufali vengono lasciati in ampie aree a pascolare. Dalle domande dei commensali sono ovviamente scaturite divertenti digressioni, aneddoti, storie di tradizioni contadine e di allevamento nel reggiano.
Luciano ha spiegato anche i valori nutrizionali della carne di bufalo, che è molto più magra di quella bovina, con colesterolo prossimo allo zero, altamente digeribile e indicata per diete ipocaloriche. Giancarlo di Vini Ronzoni ha invece raccontato la storia della sua produzione vinicola, che risale agli anni ‘40. Ha cominciato a produrre vino suo padre e poi ha continuato lui, con un quantitativo bassissimo di solfiti rispetto ai limiti di legge.

Ma come omaggiare i nostri ospiti e questa speciale serata attraverso il cibo? In cucina ne abbiamo discusso subito, appena ci è arrivata la proposta da Luciano di fare questa serata, e alla fine i ragazzi hanno ideato per l’occasione due piatti extra menu dedicati alla carne di bufalo, accompagnati dai Lambruschi dell’Emilia di Ronzoni:

Tartare di bufalo con cruditè di asparagi bianchi, mele e saba

Spezzatino di bufalo con polenta taragna

Da leccarsi i baffi…e giuriamo che qualcuno l’ha fatto!

il Rovescio - a cena con l'Allevatore